Concorso Fotografico
I partecipanti e i vincitori del concorso fotografico sui paesaggi della pianura bresciana.

Galleria Fotografica
una sequenza di fotografie raccontano la pianura bresciana con le sue ricchezze artistiche e culturali.

Galleria Video
La storia raccontata tramite questi video documentari si fanno apprezzare per la loro capacità didattica.

Metafacile
MetaFacile ti guida con il gps e ti informa su ciò che vedi. Puoi noleggiarlo presso le strutture abilitate.

Materiale scaricabile
Tutto il materiale scaricabile che il sito rende disponibile, raccolto in un unica sezione.

Hanno collaborato
Contributi fotografici, testuali e di introduzione alle aree tematiche e assistenza al sito web.

 

 

Torna indietro
Ritorna alla pagina principale.

Orzo (Iur o Orž, Hordeum)




Presente in tutta la Bassa già in epoca romana ebbe la sua maggior diffusione durante il periodo veneto e asburgico, si ricordano ad esempio i primi maltifici italiani aperti nel Polesine o nella vicina Bassa bergamasca che fecero diffondere anche in Italia la produzione di birra. Alcuni studiosi ipotizzano che in realtà l’orzo abbia origini molto più antiche considerando i molti toponimi bresciani che lo riportano (Orzinuovi e Orzivecchi entrambi di origine celtica-cenomanica). Oggi se ne coltivano due tipi, distico (disticum) per la produzione di malto da Birra e Whisky e polistico (vulgaris), (il più diffuso), per l’alimentazione delle bovine e per il ben noto caffé d’orzo.